Premio Montale Fuori di Casa

Aldo Cazzullo

Aldo Cazzullo, giornalista e scrittore.

Motivazione del Premio
La Città di Sarzana conferisce ad Aldo Cazzullo il “Premio Montale Fuori di Casa” per la sua duplice attività di inviato speciale per il Corriere della Sera, presente ad eventi drammaticamente importanti per il mondo intero e di scrittore civilmente impegnato.
Con il libro “Viva l’Italia” Cazzullo in questo 2011 ha risvegliato le coscienze di tanti italiani facendo risentir loro l’orgoglio di appartenere ad una Nazione che ha un grande passato di cui si può andare fieri ed un futuro ricco di possibilità.

Entrato a La Stampa nel 1988 nel 2003, dopo quindici anni passa al Corriere della Sera, chiamato da Stefano Folli, all’epoca direttore.
Scrive tuttora per il quotidiano milanese come inviato speciale ed editorialista.
Ha raccontato i Giochi olimpici di Atene e di Pechino, le reazioni del mondo arabo agli attentati dell’11 settembre 2001, i fatti del G8 di Genova, gli omicidi di Massimo D’Antona e Marco Biagi, le vittorie di Bush, Erdosan, Sarkozy, Zapatero, Obama, Cameron e dell’Italia al campionato del mondo 2006.
Ha pubblicato vari libri per le più importanti case editrici italiane.
Nell’Ottobre 2010 esce “Viva l’Italia” (Prefazione di Francesco De Gregori), Mondadori che ha subito un grande successo di pubblico (100.000 copie vendute).
Nel 2011 ha ottenuto il Premio Nazionale ANPI “Renato B. Fabrizi”.

Categorie:

cazzullo