Premio Montale Fuori di Casa

Donatella Zanello

A Donatella Zanello
viene assegnato il Premio Montale Fuori di Casa – Sezione Collaterale Ligure per una Poesia che del Viaggio, reale o metaforico, ha fatto il tema centrale della sua ricerca poetica. Viaggio nello spazio, viaggio nel tempo e dentro se stessa, alla ricerca di un filo da riannodare, di una verità, pur se dolorosa, da raggiungere. Come mirabilmente è stato scritto :
Non sono pagine ma vele, Salpano dal golfo di Lerici ed approdano al confine delle terre Provenzali.
Nelle sue poesie su Liguria e Provenza il potente respiro del mare è onnipresente, così come lo è la dolorosa meditazione sul senso ultimo della vita.Non pensiamo di sbagliare nell’affermare che la poesia della Zanello si svolge nella grande tradizione della linea ligure, da Sbarbaro a Montale.
Lievi passammo il confine, scrive l’autrice, e lieve veramente è la sua poesia, che talora si risolve in idillio, visione che coinvolge insieme paesaggio e anima; lievi non sono però le domande che ci e si pone, sul senso della vita e sul destino dell’Uomo.

Donatella Zanello nasce alla Spezia e risiede a Lerici. Laureata in Lettere e Filosofia, scrive poesia da molti anni ed è apprezzata anche come scrittrice e saggista. La sua presenza ai concorsi letterari è molto attiva, e numerosi riconoscimenti ottenuti. Fra le sue opere poetiche ricordiamo: Polvere di primavera, La donna di pietra, La sognatrice, Passiflora, Il tempo immutabile, Poesie Provenzali Labirinti. Da sempre nei suoi scritti evidenzia la predilezione per i grandi temi della pace nel mondo, dell’ecologia (ecopoesia), della riflessione storica e filosofica sulla condizione umana sottoposta all’ineluttabile sovranità del tempo. Il paesaggio ligure e toscano, il mare come fonte costante di ispirazione e la ricerca spirituale come unico vero significato dell’esistenza sono altri temi fondamentali della sua opera.

Categorie: