Premio Montale Fuori di Casa

Stefano Zecchi

Al Professor Stefano Zecchi
viene assegnato il Premio Montale Fuori di Casa – Sezione Saggistica per aver riportato al centro della nostra riflessione, nei suoi libri, in convegni di studio come anche in apparizioni televisive, il valore della Bellezza. E averlo fatto in un momento storico in cui il bello è contrastato da una modernità volta solamente all’utile e al pratico. Riflettere sulla bellezza significa invece, così ci insegna Stefano Zecchi , impegnarsi coraggiosamente per un’altra modernità che non venga consegnata all’arbitrio scientifico, alla dissoluzione estetica e al nichilismo imperante. La Bellezza è infatti una forza propositiva, costruttiva, non di conservazione. Sempre e comunque un valore.

Stefano Zecchi è uno scrittore, giornalista e accademico italiano, professore ordinario di estetica presso l’Università degli Studi di Milano. Ha insegnato in diverse università straniere: tra esse, quella che ricorda con maggiore interesse e che più l’ha coinvolto, è l’Università Tagore di Calcutta, in India. Oltre all’insegnamento ha ricoperto o ancora ricopre importanti incarichi amministrativi: presidente del corso di laurea in Filosofia dell’Università degli Studi di Milano, consigliere d’amministrazione del Piccolo Teatro di Milano, presidente dell’Accademia di belle arti di Brera sempre a Milano, membro del consiglio dell’Irer (Istituto per la programmazione scientifica e culturale della Regione Lombardia), rappresentante del Ministero della Pubblica Istruzione presso l’UNESCO per la tutele dei Beni immateriali. Il pensiero di Goethe (di cui ha tradotto diversi saggi sulla scienza, l’arte e la letteratura) e del Romanticismo sono diventati i punti di riferimento essenziali dei suoi studi, che lo hanno portato a concentrare le sue ricerche sul significato della bellezza calpestata e contrastata da una modernità volta all’utile e al pratico.

Categorie:

zecchi